Scrivo come se potessi leggermi, mentre invece mi osservo, tra le righe, che parlano di te.

Standard

… i sogni si incontravano per scambiarsi di posto e vedere come si stava nella fantasia dell’altro…….

CATTURA

Ci sono parole ti che nascono dentro ma riconosco che sono solo tue, se le pronuncio è perchè me le hai insegnate ogni volta che ci guardavamo negli occhi capendoci al volo. Anche quando dormivamo uno accanto all’altro, i sogni si incontravano per scambiarsi di posto e vedere come si stava nella fantasia dell’altro.
Non sono solo nuvole, anche quando si diradano per accogliere re sole, osservando bene vedi insieme all’alba apparire un cuore, deciso a moltiplicarsi quando i baci non dati evadono dalla gabbia in cui sono rimasti intrappolati.
E poi sei tu, non un angelo trasparente che si sazia di ambizioni senza pensare di dividere il senso della vita con il resto della vita.
Un nome, un destino, due mani che tengono per mano un bambino, al centro del cerchio, formando il centro del mondo.
Lettere che cercano un vento più forte della speranza di veder tornare quei…

View original post 130 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...